Cercare lavoro è già un lavoro, si sa. Specie quando non si hanno le idee chiare, oppure, si cerca un lavoretto di appoggio per i nostri grandi sogni. In ogni caso, avere una professione tra le mani è gran cosa, sia perché di dubbi ce ne sono meno sia perché, come avviene per chi vuole lavorare come barmanintanto si inizia subito a guadagnare durante le serate nei pub e locali.

Ma davvero è così semplice diventare un barman richiesto e trovare lavoro in un locale?

In questo articolo ti mostreremo quanto guadagna un Barman, fornendoti tutte le informazioni utili per diventare un barman professionista. Attraverso un semplice Corso Base da Barman, infatti, è già possibile trovare lavoro nel settore e, specializzandosi attraverso un Corso da Barman Professionale completo, oppure, in un Corso Speed e Working Flair è possibile aumentare le proprie opportunità di lavoro.

lavorare-come-barman

Lavorare come barman si può tra corsi ed esperienza

Dipende da molti fattori e, in ogni caso, la professione del bartender è una di quelle che garantisce la possibilità di lavorare subito dopo un percorso di formazione barman.

Un lavoro “cotto e mangiato” si diceva un tempo delle cose fatte in brevissimo tempo e, nel nostro caso, si potrebbe dire “mixato e bevuto”!

Per fare questa scelta, è bene sapere fin da subito a cosa si va incontro, ovvero:

  • quali sono le caratteristiche e le nozioni che un barista deve possedere
  • gli orari e le mansioni da svolgere
  • lo stipendio medio del barman per serata o mensile

Insomma, diverse informazioni fondamentali per capire se quello è il lavoro ideale che si cerca, se è l’ideale per lavorare e studiare e se sarà quello con gli sbocchi professionali più vantaggiosi.

Cosa fa un barman

Non solo deve sfoggiare un’ottima preparazione di cocktail e drink: il barman deve essere anche in grado di porsi nei confronti del cliente in modo cortese e simpatico.

A seconda dei locali, inoltre, deve avere anche la capacità di intrattenere i clienti al bancone, mostrando il suo sapere in fatto di alcolici e analcolici, la sua professionalità e lo shakeraggio.

Di certo, lavorare in una discoteca iper-rumorosa rende il lavoro di bartending molto esecutivo e veloce, mentre esercitare in un locale dove si apprezzano i cocktail più raffinati può portare il barman ad essere un vero ambasciatore dell’arte delle degustazioni.

Quanto-guadagna-un-barman

L’arte di fare i cocktail

Tra le mansioni principali che un perfetto barman deve svolgere sul posto di lavoro, troviamo:

  • allestire il bar con accessori e ingredienti sempre a portata di mano
  • prendere gli ordini dei clienti
  • preparare bevande e cocktail secondo le ricette ben note o la propria creatività

Anche nel servire i cocktail ci vuole mestiere! Un bravo barman, infatti, dovrà sempre scegliere:

  • il bicchiere adatto
  • il servizio migliore
  • la modalità di servizio più adeguata all’ambiente

La parte meno affascinate del lavoro di barman è quella intermedia e finale, fondamentale però per un ottimo servizio: pulire costantemente il bancone, i bicchieri, i macchinari e le attrezzature da bar.

Se il barman è responsabile del bar totalmente, sarà lui a verificare la disponibilità degli ingredienti o la loro mancanza a fine serata, predisponendo gli ordini. Un buon barman, in ogni caso, sa segnalare al suo responsabile ogni dettaglio utile per un ottimo lavoro al bancone.

Dove lavora un Barman

I luoghi dove esercitare la professione del barman sono tanti, e si va dai bar aperti durante il giorno, dove esercitare la professione di barista esperto di caffè e cappuccini oltre che di bevande, fino ai locali notturni, dove è più frequente la richiesta dei cocktail.

Ma sono molte altre le realtà che necessitano di un barista:

  • pub e birrerie dove si serve la birra ma anche una selezione di drink
  • wine bar dove un barman può essere esperto di vini oltre che di cocktail
  • locali per aperitivi dove servono distillati e spritz per chi vuole gustarsi gli stuzzichini del pre-cena
  • club privati dove la musica e i drink fanno l’atmosfera giusta fino a notte fonda

Inoltre, i barman professionisti sono molto richiesti anche nel settore alberghiero e, in particolare, nelle strutture ricettive come hotel, residence e villaggi turistici, il che non è male se si vuole vivere un paio di mesi in spiaggia, preparando cocktail per gli ospiti!

Quanto guadagna un barman

Il terreno qui è spinoso, dato che molto dipende dal locale dove si lavora, dagli orari effettuati, dalla propria maestria e dagli accordi interpersonali tra te e il tuo datore di lavoro.

Essendo una professione non riconosciuta dalle normative vigenti in Italia, quella del barman è priva di un contratto di inquadramento nazionale, ma rientra nella categoria degli addetti al settore ristorazione e somministrazione alimenti e bevande.

Parlando di medie nazionali, un barista di un bar dedicato al settore caffè e cappuccini, guadagna in media dai 50 ai 60 euro al giorno, per un lavoro di circa 6 ore a seconda dei turni, mentre un barman professionista per una serata può intascare dai 60 ai 80 euro, con guadagni che si fanno più alti per una professione come quella del barman specializzato nell’acrobatico flair che richiede un apposito corso dedicato (Corso Acrobatico Flair Bartender). Qui i guadagni arrivano anche a 120 euro per serata.

Nell’ambito di un percorso di carriera, un capo barman, responsabile del proprio bar, mediamente raddoppia il proprio stipendio con compensi fino a 150 euro per serata, anche in funzione del locale e del suo giro di affari.

Salendo di responsabilità e grado, il bar manager di una grande struttura di regola si adopera per un lavoro continuativo e mensile, che può variare nello stipendio dai 2000 ad oltre 3000 euro nei contesti internazionali e alberghieri.

lavorare-comebarman

Un corso per barman efficiente ti regala la base del mestiere

Seguire una formazione di bartending con specifici corsi per barman rappresenta la base per entrare in questo mondo e lavorarci stabilmente.

Dalla teoria si passa alla pratica in breve tempo: all’interno dei corsi barman, infatti, si studiano i distillati e le tecniche di miscelazione ma, soprattutto, ci si esercita nella preparazione di cocktail e nel servizio.

Alla fine di un corso per barman riceverai un attestato per lavorare come libero professionista nei locali in Italia e, se lo desideri, anche all’estero.

I corsi per la formazione barman non sono riconosciuti a livello legale e in modo vincolante: vigendo la legge del libero mercato e delle libere professioni, l’importante è acquisire le nozioni base del mestiere e poi fare esperienza sul campo.

Questo è il motivo per cui è facile intuire come sia fondamentale scegliere una scuola barman affermata, con esperienza nel settore e con docenti qualificati!

Da Accademia Barman potrai apprendere tutte le nostre conoscenze sulla perfetta preparazione di:

  • cocktail
  • miscelazione
  • servizio

Contattaci per ulteriori informazioni relativi ai corsi che abbiamo organizzato e inizia a concretizzare il tuo sogno di diventare un barman esperto!

La sede di Accademia Barman si trova a Roma in Via Rocca Priora n. 47 (Fermata della Metro A Colli Albani). Tutti i Corsi si svolgono nella nostra Accademia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *